Settembre in tavola

Settembre è il mese che ci ricorda che l'estate sta finendo e che è l'ora di prepararsi all'autunno, anche sulle nostre tavole.

Uno dei frutti che gode degli ultimi raggi di sole prima del freddo inverno e che sceglie proprio settembre per farsi raccogliere è l'uva. Ecco dunque apparire al mercato cassette d'uva bianca e nera, ma non solo, in questa stagione anche i fichi neri la fanno da padrone, dolcissimi e deliziosi insieme ai fichi d'india siciliani.
Settembre è anche il momento ideale per assaggiare le Pere: Bartlett, Conference, Abate Fétel e Kaiser. Le albicocche sono invece una reminescenza dei picnic in spiaggia, ma si possono trovare ancora susine, pesche e prugne di stagione.
Nelle ultime escursioni montane non sarà raro imbattersi nei frutti di bosco: dal lampone al ribes, dai mirtilli ai lamponi.
E se non potete sopportare che l'estate sia ormai un ricordo questo è l'ultimo mese per assaporare ancora una volta meloni e cocomeri.

Parlando di verdure, Settembre non si discosta molto da agosto. Via libera dunque a patate e pomodori da sugo, ma anche a zucchine, melanzane, cetrioli e peperoni. Troviamo ormai maturi nell'orto i primi finocchi e cavolfiori, i cui cugini saranno pronti a inizio ottobre. Ravanelli, rucola, carote e insalata non fanno eccezione in questo mese, come in quasi tutto il resto dell'anno. A fine settembre anche le zucche e le prime cime di rapa faranno capolino sulle nostre tavole, con i loro colori autunnali.

I funghi non possono certo mancare in questa lista. Porcini, finferli, champignon, trombette dei morti e tartufi. Il periodo che va da agosto a ottobre è decisamente il periodo giusto per passeggiare nei boschi alla ricerca di queste prelibatezze nascoste.