Autumn blue. Come prevenirla con l'alimentazione

L’arrivo di ottobre, le ferie ormai lontane, le giornate sempre più corte e il primo freddo spesso coincidono con la stanchezza autunnale. Spossatezza, nervosismo, malumore e ansia sono tra i sintomi di questo fenomeno tipico della fine dell’estate, che gli americani definiscono Autumn blue. Esistono però alcuni consigli che permettono di superare questo momento e di godersi con la giusta carica anche questa stagione.

L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale nel nostro benessere psicofisico, rivelandosi un prezioso alleato per alleviare alcuni effetti della sindrome da stanchezza autunnale.

Salmone e pesce bianco, uova, cereali e funghi hanno un alto contenuto di Vitamina D, un aiuto fondamentale per superare i mesi freddi.

Frutta secca come noci e mandorle sono ricche di omega 3 e di magnesio, fonti di energia per il nostro organismo.

Cereali integrali e legumi contengono il giusto mix di carboidrati complessi, proteine, minerali e vitamine che regolano l’umore positivamente e sono utili per combattere stress e affaticamento.

Arance, kiwi, frutta e verdura di stagione sono perfette per fare il pieno di vitamina C che, oltre a rafforzare il sistema immunitario, fornisce la giusta carica per combattere questo periodo blu. Anche l’uva, ricca di melatonina, è uno degli alimenti più indicati a questo scopo.

Zucca e semi di zucca con Vitamina C e betacarotene agiscono da potenti antiossidanti contro la stanchezza autunnale

Il cioccolato si sa regala sempre energia e buon umore, meglio se fondente.

Bastano questi pochi accorgimenti alimentari per superare al meglio questa stagione e nel frattempo programmare le prossime vacanze!